Ottimizzazione dei contenuti

Ottimizzazione dei contenuti

Ottimizzazione dei contenuti

Oltre le semplici regole strutturali del sito, ad oggi google e gli altri motori di ricerca, tendono a premiare tantissimo i contenuti.
La parte contenutistica è il motivo per cui si crea un sito web, informare, divulgare, fornire notizie circa la propria attività, i propri servizi sono il vostro core business nonchè fattore premiante sui motori di ricerca.

Offri contenuti e servizi di qualita'

Siti interessanti faranno crescere da soli la propria reputazione
Creare del contenuto utile ed originale è probabilmente il fattore più importante per il tuo sito, se comparato con gli altri elementi discussi fino ad ora. I visitatori riconoscono il contenuto di valore quando lo vedono e, come conseguenza, indirizzeranno altre persone verso di esso. Ciò avviene tramite blog post, social media, email, forum ed altri mezzi online ed offline. Il passaparola è infatti il mezzo più efficace per costruire la reputazione del tuo sito, sia tra gli utenti sia con Google, e ciò non avviene quasi mai se il contenuto non è di qualità.

Anticipa le diverse modalità con cui gli utenti possono percepire il tema di cui parli ed offri contenuto unico ed esclusivo
Pensa alle parole che un utente potrebbe utilizzare per trovare una parte del tuo contenuto. Utenti che possiedono una buona conoscenza a riguardo possono utilizzare parole chiave differenti nelle loro ricerche rispetto a chi è nuovo all’argomento. Per esempio, un veterano appassionato di calcio potrebbe cercare [figc], acronimo di Federazione Italiana Giuoco Calcio, mentre un nuovo fan potrebbe usare una ricerca più generica come [campionati calcio].
Anticipare tali differenze di approccio alla ricerca e tenerne conto durante la stesura del tuo contenuto (usando una buona combinazione di frasi chiave) può portare a risultati positivi. Google AdWords fornisce un pratico Strumento per le parole chiave, che ti può aiutare a scoprire nuove variazioni di parole chiave e vedere il volume approssimativo di ricerca per ogni parole chiave. Inoltre, gli Strumenti per Webmaster di Google forniscono le principali query di ricerca per le quali compare il tuo sito e quelle che portano il maggior numero di utenti sul tuo sito.
Considera l'idea di creare un servizio nuovo ed utile che nessun altro sito offre. Potresti anche scrivere una saggio di ricerca originale, fornire una notizia entusiasmante o aumentare la tua base di utenti unica. Altri siti potrebbero non avere le risorse e la conoscenza per stare al passo con quello che offri.
E' BUONA NORMA
Crea testi facili da leggere
Gli utenti apprezzano il contenuto ben scritto e facile da seguire.

Evita di:
- scrivere testo astruso con molti errori grammaticali
- inserire il testo all’interno di immagini (gli utenti potrebbero voler copiare parte del contenuto ed i motori di ricerca potrebbero non leggerlo)
Organizza il contenuto a seconda all’argomento
È consigliabile che il contenuto del sito sia organizzato in maniera tale che gli utenti siano sempre in grado di capire dove un certo contenuto inizia e dove finisce. Suddividere il contenuto in sezioni logicamente collegate aiuta il visitatore a trovare quello che cerca più velocemente.

Evita di:
- inserire enormi quantità di testo su argomenti vari in una pagina senza suddivisioni di layout, paragrafi etc.
Crea contenuto fresco ed unico
Avere contenuto nuovo non solo incentiverà i tuoi utenti abituali a tornare ma ne attrarrà di nuovi.

Evita di:
- ri-arrangiare o addirittura copiare contenuto già esistente. Esso non fornirà che poco valore aggiunto per gli utenti rispetto a quello già presente nel Web
- avere contenuto duplicato o quasi duplicato all’interno del tuo sito
Crea contenuto principalmente per gli utenti, non per i motori di ricerca
Concepire un sito attorno alle esigenze dei tuo utenti e renderlo al tempo stesso facilmente accessibile ai motori di ricerca produce spesso ottimi risultati.

Evita di:
- inserire parole chiave in eccesso solo per i motori di ricerca e non per gli utenti
- avere liste di parole chiave con errori del tipo "parole errate frequentemente usate per raggiungere questa pagina". Esse non rappresentano nessun valore aggiunto per gli utenti
- nascondere testo esclusivamente per i motori di ricerca

Ottimizza l'uso delle immagini

Le informazioni relative alle immagini possono essere inserite usando l’attributo "alt". Le immagini possono sembrare una componente piuttosto elementare del sito, tuttavia è importante tenere presente che anche il loro utilizzo può essere ottimizzato. Ad esempio, per ogni immagine è bene creare un nome di file distinto e personalizzare l’attributo "alt". L’attributo "alt" permette di specificare un testo alternativo, che apparirà nel caso l’immagine, per qualche motivo, non possa essere visualizzata. In ONWEB per inserire l'attributo ALT sulle immagini c'è bisogno di valorizzare la "didascalia" dell'immagine (vedi immagine accanto), inserendo la didascalia, oltre che visualizzare la descrizione della foto sotto alla stessa, verrà valorizzato il tag ALT che indicizza l'immagine.

Perché conviene usare questo attributo? Se un utente sta visualizzando il tuo sito con un browser che non supporta le immagini, o se sta utilizzando tecnologie alternative, come ad esempio uno screen reader, il contenuto dell’attributo "alt" fornirà informazioni riguardo l’immagine corrispondente.

Un'altra ragione consiste nel fatto che, se stai usando un'immagine come link, il testo alternativo per quell’immagine sarà trattato in modo simile all’anchor text di un link testuale. Tuttavia, suggeriamo di non ricorrere ad un uso eccessivo di immagini-link per la navigazione del tuo sito, soprattutto quando i link testuali possono adempiere a tale funzione. Inoltre, ottimizzare i filename e il testo alternativo delle tue immagini le rende più facilmente interpretabili da progetti di ricerca quali, ad esempio, Google Image Search.
E' BUONA NORMA
Usa nomi di file e testo alternativo brevi ma descrittivi
Come altri elementi della pagina finalizzati all’ottimizzazione, i nomi di file e il testo alternativo sono più efficaci quando sono corti ma descrittivi.

Evita di:
- usare termini generici come "immagine1.jpg", "imm.gif", "1.jpg" quando possibile (per siti con migliaia di immagini potresti voler nominare le immagini in modo automatico)
- scrivere nomi di file eccessivamente lunghi
- riempire il testo alternativo di parole chiave o copiare e incollare intere frasi al suo interno




Utilizza i tag heading in maniera appropriata

Usa i tag heading per dare visibilità ai testi importanti I tag heading sono usati per organizzare temi e sotto-temi della pagina. In Onweb ci sono 2 misure di tag heading: si parte da h1, il più importante seguito da h2.

In Onweb i tag heading sono identificati dall'elemento TITOLO. Utilizzare un TITOLO come primo elemento della pagina ha la duplice funzione di indicare all'utente la pagina su cui è arrivato ed anche indicare ai motori di ricerca la pagina su cui si è arrivati.
Il TITOLO serve soprattutto però per identificare blocchi o paragrafi che sintetizzano i concetti che verranno espressi nel blocco successivo, tale discorso è valido sia per gli utenti del tuo sito, sia per i motori di ricerca.
I tag heading normalmente aumentano la dimensione del testo contenuto all’interno del tag, e danno all’utente un informazione visiva relativa all’importanza del testo presente al di sotto. Usando varie misure di tag heading sarà possibile creare una struttura ben definita e permettere all’utente una navigazione più facile del documento.
E' BUONA NORMA
Immagina di scrivere un sommario
Come se stessi scrivendo un sommario per un giornale, pensa a quali saranno i punti principali e secondari del contenuto della pagina e decidi come usare le intestazioni in modo appropriato.

Evita di:
- porre nelle intestazioni testo che non è utile nel definire la struttura della pagina
- usare le intestazioni dove altri tag come em o strong sarebbero più appropriati
- variare in modo irregolare la grandezza dei tag heading
Utilizza le intestazioni con moderazione
Usa le intestazioni quando ha senso farlo. Troppe intestazioni su una sola pagina possono creare difficoltà all'utente nel leggere il contenuto e distinguere i vari argomenti.

Evita di:
- fare un uso eccessivo delle intestazioni
- inserire tutto il testo di una pagina dentro ad un’intestazione
- usare le intestazioni a fini meramente grafici e non per definire la struttura del contenuto